Patrimonio culturale immateriale

La Passione di Škofja Loka è nel Registro del patrimonio culturale immateriale dal 2008. Il decreto che dichiara la Passione di Škofja Loka un capolavoro dal vivo di rilevanza nazionale è stato emesso dal governo della Repubblica di Slovenia in data 24.7.2012.

I valori che giustificano questa decisione sono:

  • la processione della Passione di Škofja Loka rientra le più antiche messe in scena teatrali della Slovenia,
  • sulla base di proposte scritte, le rappresentazioni della Passione nel periodo della Quaresima e di Pasqua si sono tenute, con alcune interruzioni, fin dall’anno 1713; sono state soppresse nel quadro delle riforme giuseppine; nel XX secolo sono state riprese nel 1936 e di nuovo nel 1999,
  • il testo originale drammatico della Passione, scritto tra il 1715 e il 1727 da Lorenzo Marušič, padre Romualdo, è il più antico testo drammatico completamente conservato in lingua slovena con aggiunte in latino e tedesco, e note di regia,
  • all’interno del nucleo medievale di Škofja Loka centinaia di comparse partecipano alla messa in scena delle 13 immagini della Passione,
  • la processione della Passione di Škofja Loka collega gruppi formali e informali di persone, comunità e individui della città e dei villaggi circostanti, in particolare dell’area della ex dominio di Loka, che collaborano alla realizzazione,
  • la messa in scena della processione della Passione di Škofja Loka è una sintesi del patrimonio culturale immateriale collegato alla Passione, che si è formato nella regione europea alpina e a livello locale; è costruito sulla originalità del vocabolario, con palcoscenici mobili particolari, in un alternarsi di cavalieri e figure, nella scenografia della città medievale.

alenkaPatrimonio culturale immateriale